Progetto di rete Biopolimeri – materiali per l’ambiente: videoconferenza conclusiva

Si è svolta il 29 maggio la videoconferenza conclusiva progetto di rete  “Biopolimeri – materiali per l’ambiente” di presentazione dei lavori realizzati dagli studenti. Alla rete afferiscono, oltre alla nostra scuola, IISS “Cannizzaro “ di Catania, IISS “Ferraris – Fermi” Verona, IISS “J. Maxwell” Nichelino (TO), ITI “Morselli” Gela.

Gli studenti dell’indirizzo ambientale ed in particolare le alunne di 5° Camb.  Aurora Amenduni e Nancy Maselli, coordinati dal prof. Michele Di Felice e prof.ssa Monica Brigida, in continuità rispetto ai lavori realizzati in passato sul controllo dell’inquinamento atmosferico nelle aeree urbane (controllo PM10, NOx, VOC), materiali per l’ambiente (mattonelle per pavimentazione da esterno attivate da fotocatalizzatore a base di biossido di Titanio), hanno portato a termine un lavoro  realizzato principalmente presso la Tersan Puglia e nei  laboratori scientifici del nostro Istituto,  sulla verifica della biodegradabilità, compostabilità e disintegrabiltà di campioni di bioplastiche, tra cui polidrossialcanoati (PHA), acido polilattico (PLA) e busta biodegradabile commerciale. Particolare attenzione è stata dedicata ai polidrossialcanoati, bioplastiche molto interessanti perché ottenibili da scarti di lavorazione da industria lattiero casearia, olearia e depurazione di acque reflue, in particolare il campione analizzato, ha subito riduzione di massa e dato riscontro positivo alla prova di disintegrabilità, in quanto particelle dello stesso dopo il periodo di dodici settimane trascorse nella compostiera, hanno superato il vaglio da 2mm, indice che il materiale ha subito un processo di biodegradazione.